LOADING

Type to search

Smartphone pieghevoli, Motorola ci riprova con il Razr 3

Share

MILANO – Dopo due versioni non proprio di successo, Motorola ritenta la strada degli smartphone pieghevoli con il nuovo Razr 3.

Il sito 91mobiles ha diffuso online le prime informazioni sulla terza generazione di telefono a conchiglia del gruppo, la cui divisione di telefonia è dal 2014 sotto il controllo di Lenovo.

Stando alle foto ottenute dalla fonte, il Razr 3 riprende ancora le fattezze del famoso modello degli anni duemila, con la naturale aggiunta di un secondo schermo al posto della tastiera alfanumerica, unito a quello superiore tramite cerniera. Il risultato finale, come le iterazioni precedenti è qualcosa di molto simile all’attuale Galaxy Z Flip 3 di Samsung, che ha di fatto sdoganato il trend dei ‘foldable’ verso la massa anche grazie a prezzi più competitivi e accessibili.

Il Razr 3 avrà un design più squadrato, con l’eliminazione dello scalino inferiore che divideva il pannello touch dalla cornice, il sensore di impronte digitali sarà posizionato sul pulsante di accensione e il comparto fotografico beneficerà di aggiornamenti sostanziali. Si parla di un sensore principale da 50 megapixel al fianco del quale troverebbe spazio una fotocamera grandangolare e macro, con risoluzione di 13 megapixel. La selfie cam poggerà su un sensore da 32 megapixel mentre il display interno, pieghevole, avrà la tecnologia Fhd+. Motorola aveva in programma di offrire due versioni del telefono: una con un processore Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1 e un’altra con la variante Plus non ancora annunciata. Tuttavia, con i ritardi nella consegna di semiconduttori, non è chiaro come l’azienda intenda procedere in vista del lancio. I tempi infatti, per 91mobiles, stringono: Motorola Razr 3 è atteso in Cina, nelle varianti da 8 GB o 12 GB di memoria Ram e 256 GB o 512 GB di archiviazione, tra la fine di luglio e gli inizi di agosto, con una disponibilità globale a seguire.

ANSA
Author: ANSA

Stay up-to-date with our free email newsletter

Keep a pulse on local food, art, and entertainment content when you join our Italian-American Herald Newsletter.